SKS e ATTO, da Settembre uniti ancora una volta per il progetto Nordic Walking

Curve a strapiombo sul Lago di Garda: ecco la pista ciclabile più spettacolare d’Europa
luglio 5, 2018

Dopo il successo ottenuto la scorsa primavera, da settembre, sempre in collaborazione con ATTO (Associazione Toscana Trapianto di Organi), SKS 2.0 organizzerà un percorso riabilitativo studiato appositamente per i pazienti che hanno subito trapianti di organo di qualsiasi tipo (cuore, polmoni, fegato, rene, cellule staminali cordonali). In programma attività motorie legate al Nordic Walking, disciplina alla quale sono stati riconosciuti grandi benefici sia fisici che psicologici.

Anche i nostri amici che hanno provato questa tecnica sono rimasti positivamente sorpresi dagli effetti del Nordic Walking. Qualcuno di loro ha sentito più scioltezza durante il cammino, senza faticare e senza gravare sulle articolazioni del corpo. Altri invece hanno trovato benefici a livello posturale.

Altri ancora inizialmente hanno avuto un po’ di difficoltà sul movimento di braccia e gambe in contemporanea ma poi, una volta presa dimestichezza con questa nuova andatura e con l’aiuto dei nostri maestri ed allenatori, è diventato tutto più semplice.

“La poca fatica, come ricorda uno dei pazienti, è solo apparente, infatti dopo le camminate di Nordic Walking, ci accorgiamo di avere dei muscoli che non pensavamo che esistessero…”

In definitiva il Nordic Walking si è dimostrata una tecnica di camminata che implica un’attività completa dei muscoli di tutto il corpo estremamente adattabile allo sforzo sostenibile dalla persona che lo pratica, sia in relazione al suo stato fisico che all’età.