Il Nordic Walking fa bene alla salute psico-fisica

Sciare nel Deserto… Anche questo è possibile!
maggio 21, 2018
Discesa da record sul Cervino – Ultima impresa di Edmond Joyeusaz
giugno 1, 2018

Il Modern Nordic Walking è nato nei Paesi Scandinavi e consiste nel camminare con dei bastoni appositamente sviluppati per questa attività che vengono utilizzati per spingere e non come appoggio. Inizialmente veniva praticato dagli atleti dello sci di fondo durante la preparazione estiva ma successivamente è stato perfezionato come esercizio di fitness. E’ una disciplina a portata di tutti, nata per il benessere psico-fisico delle persone di tutte le età e ha come principio fondamentale quello di coinvolgere il maggior numero possibile di muscoli e di conseguenza aumentare il dispendio energetico. Un’ora di Nordic Walking ha un consumo calorico equivalente ad un’ora di footing ma senza avere impatti negativi su articolazioni, alleggerendone il carico, e sulla colonna vertebrale, sciogliendo le contrazioni nella zona delle spalle e della zona cervicale.

I maggiori benefici fisici riconosciuti al Nordic Walking sono il ritardo nel processo di invecchiamento, il rinforzo del sistema immunitario e il miglioramento della postura ma non bisogna tralasciare anche tutti i benefici che questa disciplina porta al nostro umore. Svolgendosi all’aria aperta infatti il corpo umano libera delle sostanze, le endorfine e la serotonina che contrastano l’ansia e la depressione. Inoltre, il battito del cuore si regolarizza, andando a contrastare il battito accelerato tipico nei momenti di stress.

Il Nordic Walking può essere praticato ovunque: sentieri di montagna, città, spiaggia, parchi, ecc. I terreni ottimali sono quelli omogenei, con pendenze variabili e non ripidi.

Per eseguire bene questo esercizio è necessario alternare i movimenti di braccio e gamba opposti con movimenti molto ampi e una buona “rullata” del piede. Le spalle devono essere rilassate e la postura eretta.

Un recente studio pubblicato sulla rivista “Rejuvanation Research” ha dimostrato che questa disciplina fa bene persino agli anziani perché è in grado di migliorarne la qualità della vita, oltre a migliorarne la capacità aerobica, la forza muscolare e l’equilibrio dinamico.